La caduta
gravatar
di Franz Krauspenhaar, 28 marzo 2013
Nome: Franz
Cognome: Krauspenhaar
Website:
Bio: Franz Krauspenhaar è uno scrittore. Ha pubblicato fra gli altri "Era mio padre", Fazi editore; "L’inquieto vivere segreto", Transeuropa edizioni; "1975", Caratterimobili editore; "La passione del calcio", Perdisapop; una raccolta poetica "Effekappa", Zona Editore e "Le monetine del Raphael", Gaffi Editore. A dicembre 2012 è uscita il poema "Biscotti selvaggi", Marco Saya editore.

La caduta

Giovanni Cocco, Nutrimenti edizioni

 

Chi voleva un romanzo postmoderno in italiano finalmente è stato accontentato. La caduta, esordio di Giovanni Cocco (Nutrimenti, pag. 223, euro 16) va perlomeno in questa direzione. Una storia fatta di tante storie, stelle di un firmamento continuamente mutevole e continuamente preso alla sprovvista dai propri raggi avvenuti. Il romanzo – primo capitolo di una quadrilogia-work in progress che si chiamerà Genesi – dipana numerose storie contemporanee che si attuano quasi tutte nel medesimo tempo, ed è agito da quasi una folla di personaggi, tra vicari e principali. Niente di più lontano dal romanzo ombelicale, da ciò che in italiano si continua a produrre da decenni a ritmo ormai divenuto forsennato e in certo senso dissennato. Cocco è giustamente ambizioso e cerca l’opera fatta per essere ricordata, il “faldone d’opera” dove infilare la storia spesso fallimentare della nostra civiltà. Gli uomini e le donne di questo romanzo-mondo si muovono come nodi di una corda immensa che attraversa le principali azioni collettive del nostro confuso presente, e si fanno esempi irriducibili della Storia. Diversamente che nei postmoderni ormai “classici” come gli americani De Lillo e Pynchon, lo scrittore comasco affronta il mondo descritto con uno stile asciuttissimo e descrittivo, senza mai proporre turbolenze di stile in voli probabilmente insensati. Questo primo capitolo è quasi un pezzo di Bibbia apocrifa, nel momento in cui l’autore sceglie di narrare gli episodi modellandoli sul testo biblico posto in esergo a ogni capitolo. Un testo, quella de La caduta, affascinante in ogni sua parte, pieno di rimandi culturali, di segni, di domande e di risposte, un romanzo che si legge insospettabilmente d’un fiato, grazie alla capacità di scrittura e alla visionarietà esemplarmente controllata di Cocco. Nei prossimi anni appariranno le tre parti seguenti e fin d’ora le attendiamo, sicuri di aver trovato un autore non solo fuori dal coro, ma anche fuori dai soliti triturati generi; un autore insomma – glielo auguriamo –che non dovrebbe avere bisogno di presentazioni.

 

Giovanni Cocco è nato a Como nel 1976. Vive a Lenno, sulla sponda occidentale del Lario. La caduta è il suo primo romanzo.

 
[Franz Krauspenhaar]
 
© foto di Sabrina Minetti
 
Se vuoi comprare La caduta di Giovanni Cocco, clicca qui.

Se vuoi comprare Le monetine del Raphael di Franz Krauspenhaar, clicca qui.
Compra l'ebook di 1975 di Franz Krauspenhaar a soli euro 1,99: clicca qui.

 

 

condividi su: TwitterTwitter FacebookFacebook